Archive pour le 28 juillet, 2007

« Chiedete e vi sarà dato »

Santa Caterina da Siena (1347-1380), terziaria domenicana, dottore della Chiesa, compatrona d’Europa – Dialogo della Divina Provvidenza, cap. 134

« Chiedete e vi sarà dato »

La tua verità ha detto che se grideremo ci sarà risposto, che se busseremo ci sarà aperto, che se chiederemo ci sarà dato: o Padre eterno, i tuoi servi ti chiedono misericordia. Rispondi loro. So infatti che la misericordia ti appartiene in proprio, e per questo non puoi rifiutarla a chi te la domanda. Bussano alla porta della tua verità, poiché nella tua verità, cioè nel Figlio tuo (Gv 14,6), conoscono l’amore ineffabile che nutri per gli uomini. Per questo bussano alla porta. E per questo il fuoco della tua carità non potrà, non può, non aprire a coloro che bussano con perseveranza.

Apri dunque, dilata, spezza i cuori induriti di coloro che hai creati – se non per coloro che non bussano, almeno per la tua infinità bontà e per l’amore dei tuoi servi che bussano a te per gli altri. Esaudiscili, Padre eterno… Apri la porta della tua carità infinita, venuta fino a noi per la porta del Verbo. Sì, so che apri prima che noi bussiamo, perché con la volontà e l’amore che tu hai dato loro, i tuoi servi bussano e gridano, per il tuo onore e per la salvezza delle anime. Da’ loro dunque il pane della vita, cioè il frutto del sangue del tuo Figlio unigenito

Publié dans:Bibbia: commenti alla Scrittura |on 28 juillet, 2007 |Pas de commentaires »

un elefante nell’utero

un elefante nell'utero dans immagini 534357

National Geografic http://channel.nationalgeographic.com/channel/inthewomb/?fs=www3.nationalgeographic.com

prepara un documental llamado « Animales en el útero » de dos horas de duración donde podremos contemplar la maravilla de la reprodución en animales como el delfín, el elefante o el perro. Técnica y ciencia nos revelarán imágenes tan impresionantes como estas.

Publié dans:immagini |on 28 juillet, 2007 |Pas de commentaires »

Avviso: ho bisogno di una pausa, magari una volta alla settimana

oggi sono un po’ stanca il caldo mi opprime molto e mi da qualche disturbo non grave, ho bisogno di una pausa, oggi mi prendo un po’ di riposo, poi, magari, mi prendo un giorno di riposo alla settimana, direi il venerdì, perché comunque lavoro volentieri al computer; vi lascio una foto molto particolare: un elefante nell’utero, la foto è di un sito spagnolo, forse non c’è bisogno di traduzione come ho fatto per il Blog francese; buon pomeriggio, questa sera cambio comunque il vangelo del giorno;

Publié dans:Avvisi |on 28 juillet, 2007 |Pas de commentaires »

buona notte

buona notte dans Bibbia: commenti alla Scrittura Prunus%20tenella%20001

Prunus tenella

http://165.234.175.12/Dendro_Images.html

Publié dans:Bibbia: commenti alla Scrittura |on 28 juillet, 2007 |Pas de commentaires »

« Lasciate che l’una e l’altro crescano insieme fino alla mietitura »

Pio XII, papa dal 1939 al 1958
Enciclica « Mystici corporis Christi », 1943

« Lasciate che l’una e l’altro crescano insieme fino alla mietitura »

Non deve ritenersi che il Corpo della Chiesa, appunto perché e fregiato del nome di Cristo, anche nel tempo del terreno pellegrinaggio sia composto soltanto di membri che si distinguono nella santità, o di coloro che son predestinati da Dio alla felicità eterna. Infatti si deve attribuire all’infinita misericordia del nostro Salvatore che non neghi ora un posto nel suo mistico Corpo a coloro cui una volta non negò un posto nel convito (Mt 9,11). Poiché non ogni delitto commesso, per quanto grave (come lo scisma, l’eresia, l’apostasia) è tale che di sua natura separi l’uomo dal Corpo della Chiesa. Né si estingue ogni vita in coloro che, pur avendo perduto con il peccato la carità e la grazia divina sì da non essere più capaci del premio soprannaturale, conservano tuttavia la Fede e la speranza cristiana, e, illuminati da luce celeste, da interni consigli e impulsi dello Spirito Santo, sono spinti a concepire un salutare timore e vengono eccitati a pregare e a pentirsi dei propri peccati.

Aborriscano quindi tutti il peccato, con il qua le vengono macchiate le mistiche membra del Redentore; ma chi dopo aver miseramente mancato, non si rende con la propria ostinatezza indegno della comunione dei fedeli, sia ricevuto con sommo amore, e in lui si ravvisi con carità fattiva un membro infermo di Gesù Cristo. È infatti preferibile, come avverte sant’Agostino, « essere risanati nella compagine della Chiesa, anziché esser tagliati dal suo corpo a guisa di membra inguaribili ». « Finché una parte aderisce al corpo, la sua guarigione non è disperata; ciò che invece fu reciso, non può né curarsi né guarirsi ».

Publié dans:Bibbia: commenti alla Scrittura |on 28 juillet, 2007 |Pas de commentaires »

PUERI CANTORES SACRE' ... |
FIER D'ÊTRE CHRETIEN EN 2010 |
Annonce des évènements à ve... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Vie et Bible
| Free Life
| elmuslima31