Archive pour la catégorie 'Inni'

inno delle lodi mattutine di domani: Battesimo del Signore

 dal sito: http://www.maranatha.it/Ore/nat/batteslodPage.htm 

DOMENICA DOPO L’EPIFANIA
BATTESIMO DEL SIGNORE (f)
LODI MATTUTINE 
nel sito Maranatha tutta la preghiera delle Lodi: 

Inno
Unico Figlio del Padre,
tu vieni a noi dal cielo,
primo tra molti fratelli.
Nelle acque del Battesimo
tu purifichi e consacri
coloro che in te credono.

La tua vittoria pasquale
riscatta le creature,
infonde la vita nuova.

O redentore degli uomini,
spezza i sigilli del male,
concedi al mondo la pace.

Rimani sempre con noi,
irradia nei nostri cuori
il dono della tua luce.

Sia gloria a Cristo Signore,
al Padre e al Santo Spirito,
ora e nei secoli eterni. Amen.
  

Oppure:
Iesus refúlsit ómnium
pius redémptor géntium;
totum genus fidélium
laudis  celébret cánticum.
  
Denis ter ævi círculis
iam parte vivens córporis,
lympham petit baptísmatis
cunctis carens contágiis.
  

Felix Ioánnes mérgere
illum treméscit flúmine,
potest suo qui sánguine
peccáta mundi térgere.
  
Vox ergo Prolem de polis
testátur excélsi Patris,
fluítque virtus Spíritus
sancti datrix charísmatis.
  

Nos, Christe, voce súpplici
precámur, omnes prótege,
ac mente fac nitéscere
tibíque mundos vívere.
  
O Christe, vita, véritas,
tibi sit omnis glória,
quem Patris atque Spíritus
splendor revélat cælitus.
Amen. 

  

Publié dans:Inni, liturgia |on 12 janvier, 2008 |Pas de commentaires »

Inno di resurrezione

dal sito:

http://www.santegidio.org/IT/preghiera/giorni/venerdi.asp

Inno di resurrezione 

Alleluia, alleluia, alleluia
Cristo è risorto dai morti e non muore più.
Alleluia, alleluia, alleluia 

Malgrado la pietra pesante sulla tomba,
il peccato triste di questo mondo,
i soldati di guardia al tuo corpo,
tu sei risorto, Signore, nostro Dio. 

Alleluia, alleluia, alleluia
Cristo è risorto dai morti e non muore più.
Alleluia, alleluia, alleluia 

Alle donne venute al sepolcro
un angelo ha parlato della tua resurrezione,
ti sei fatto compagno dei discepoli
e ad Emmaus hai cenato con loro. 

Alleluia, alleluia, alleluia
Cristo è risorto dai morti e non muore più.
Alleluia, alleluia, alleluia 

Malgrado le porte chiuse e la paura,
sei apparso ai discepoli riuniti,
dando loro potere di perdonare
ed offrendo ad essi la tua pace. 

Alleluia, alleluia, alleluia
Cristo è risorto dai morti e non muore più.
Alleluia, alleluia, alleluia 

Noi oggi ti celebriamo risorto
da tutto il mondo con la fede,
dal profondo del cuore confessiamo
che tu sei il nostro Signore e Dio. 

Alleluia, alleluia, alleluia
Cristo è risorto dai morti e non muore più.
Alleluia, alleluia, alleluia 

 

Publié dans:Inni |on 14 septembre, 2007 |Pas de commentaires »

ALESSANDRO MANZONI – INNI SACRI – IL NOME DI MARIA

dal sito:

 

http://www.classicitaliani.it/manzoni/inni.htm#inno2

 

ALESSANDRO MANZONI  - INNI SACRI

 

IL NOME DI MARIA
[9 novembre1812 - 19 Aprile 1813] 

 

Tacita un giorno a non so qual pendice
Salia d’un fabbro nazaren la sposa;
Salia non vista alla magion felice
D’una pregnante annosa;
      E detto: «salve» a lei, che in reverenti
Accoglienze onorò l’inaspettata,
Dio lodando, sclamò: Tutte le genti
Mi chiameran beata.
      Deh! con che scherno udito avria i lontani
Presagi allor l’età superba! Oh tardo
Nostro consiglio! oh degl’intenti umani
Antiveder bugiardo!
      Noi testimoni che alla tua parola
Ubbidiente l’avvenir rispose,
Noi serbati all’amor, nati alla scola
Delle celesti cose,
      Noi, sappiamo, o Maria, ch’Ei solo attenne
L’alta promessa che da Te s’udìa,
Ei che in cor la ti pose: a noi solenne
È il nome tuo, Maria.
      A noi Madre di Dio quel nome sona:
Salve beata! che s’agguagli ad esso
Qual fu mai nome di mortal persona,
O che gli vegna appresso?
      Salve beata! in quale età scortese
Quel sì caro a ridir nome si tacque?
In qual dal padre il figlio non l’apprese?
Quai monti mai, quali acque
      Non l’udiro invocar? La terra antica
Non porta sola i templi tuoi, ma quella
Che il Genovese divinò, nutrica
I tuoi cultori anch’ella.
      In che lande selvagge, oltre quai mari
Di sì barbaro nome fior si coglie,
Che non conosca de’ tuoi miti altari
Le benedette soglie?
      O Vergine, o Signora, o Tuttasanta,
Che bei nomi ti serba ogni loquela!
Più d’un popol superbo esser si vanta
In tua gentil tutela.
      Te, quando sorge, e quando cade il die,
E quando il sole a mezzo corso il parte,
Saluta il bronzo che le turbe pie
Invita ad onorarte.
      Nelle paure della veglia bruna,
Te noma il fanciulletto; a Te, tremante,
Quando ingrossa ruggendo la fortuna,
Ricorre il navigante.
      La femminetta nel tuo sen regale
La sua spregiata lacrima depone,
E a Te beata, della sua immortale
Alma gli affanni espone;
      A Te che i preghi ascolti e le querele,
Non come suole il mondo, né degl’imi
E de’ grandi il dolor col suo crudele
Discernimento estimi.
      Tu pur, beata, un dì provasti il pianto;
Né il dì verrà che d’oblianza il copra:
Anco ogni giorno se ne parla; e tanto
Secol vi corse sopra.
      Anco ogni giorno se ne parla e plora
In mille parti; d’ogni tuo contento
Teco la terra si rallegra ancora,
Come di fresco evento.
      Tanto d’ogni laudato esser la prima
Di Dio la Madre ancor quaggiù dovea
Tanto piacque al Signor di porre in cima
Questa fanciulla ebrea.
      O prole d’Israello, o nell’estremo
Caduta, o da sì lunga ira contrita,
Non è Costei che in onor tanto avemo
Di vostra fede uscita?
      Non è Davidde il ceppo suo? Con Lei
Era il pensier de’ vostri antiqui vati
Quando annunziaro i verginal trofei
Sopra l’inferno alzati.
      Deh! a Lei volgete finalmente i preghi,
Ch’Ella vi salvi, Ella che salva i suoi
E non sia gente né tribù che neghi
Lieta cantar con noi:
      Salve, o degnata del secondo nome
O Rosa, o Stella ai periglianti scampo,
Inclita come il sol, terribil come
Oste schierata in campo
.

Publié dans:Inni, Maria Vergine |on 13 août, 2007 |Pas de commentaires »

Inno Bizantino a Maria: Salve Montagna Santa

dal sito: 

http://www.kolbemission.org/italiano/preghiamo/PreghiereMaria/Montagna.html  

Salve
Montagna Santa
   

Salve montagna santa su cui Dio ha messo piede,

salve spirituale roveto non consunto dalla fiamma,

 salve, unico ponte che dal mondo

 fai passare i mortali alla vita eterna.

 

Vergine Madre Immacolata, radice di Iesse da cui è sorto Cristo

 come fiore vivificante degli abitanti della terra,

per il quale siamo liberati dalla morte e dalla corruzione,

 noi ti cantiamo tuttapura. (Dalla liturgia bizantina)

Publié dans:Inni |on 12 août, 2007 |Pas de commentaires »
12345

PUERI CANTORES SACRE' ... |
FIER D'ÊTRE CHRETIEN EN 2010 |
Annonce des évènements à ve... |
Unblog.fr | Annuaire | Signaler un abus | Vie et Bible
| Free Life
| elmuslima31