San Cirillo di Gerusalemme : « Nel luogo dove era stato crocifisso, vi era un giardino e nel giardino un sepolcro nuovo… Là deposero Gesù » (Gv 19,41-42)

dal sito:

http://www.levangileauquotidien.org/main.php?language=IT&module=commentary&localdate=20090414

Martedì fra l’Ottava di Pasqua : Jn 20,11-18
Meditazione del giorno
San Cirillo di Gerusalemme (313-350), vescovo di Gerusalemme, dottore della Chiesa
Catechesi n° 14

« Nel luogo dove era stato crocifisso, vi era un giardino e nel giardino un sepolcro nuovo… Là deposero Gesù  » (Gv 19,41-42)

In quale stagione sia risorto il Salvatore, lo dice il Cantico dei Cantici: « L’inverno è passato, è cessata la pioggia, se n’è andata; i fiori sono apparsi nei campi… » (2,11-12). Anche adesso la terra è piena di fiori…; lo vedi, l’inverno è passato ed è primavera; siamo quindi nel primo mese del calendario ebraico, in cui cade la festa della Pasqua un tempo celebrata in figura e oggi nella realtà…

Fu seppellito in un giardino… Del giardino cosa aveva detto colui che vi fu sepolto? Sta scritto: «Lì ho raccolto la mia mirra e i miei aromi», «mirra, aloe e ogni profumo di prima qualità» (Ct 5,1 ; 4,14). Sono gli aromi simboli della sua sepoltura, di cui leggiamo nei Vangeli: «Vennero al sepolcro le donne e vi portarono gli aromi che avevano preparato (Lc 24,1)…

Ma lo Sposo, medico delle anime, prima di entrare a porte chiuse, si fece cercare da quelle sante donne di virtù specchiata e di animo virile che vennero al sepolcro in cerca di lui già risorto… Maria, dice il Vangelo, venne a cercarlo ma non lo trovò, ne ascoltò poi l’annunzio dagli angeli, e infine vide il Cristo. Anche questo era stato predetto? Leggiamo nel Cantico dei Cantici: «Sul mio letto, lungo la notte, ho cercato l’amato del mio cuore» (Ct 3,1)…, e nel Vangelo: «Maria venne quando era ancora buio» (Gv 20,1). «L’ho cercato, ma non l’ho trovato», e il Vangelo continua sullo stesso tono; Maria dice: «Hanno levato il mio Signore, e non so dove l’hanno deposto», e gli angeli sopraggiunti a guarire la sua ignoranza le dicono: «Perché cercate tra i morti colui che vive?» (Lc 24,5)… Maria ignorava che egli era risorto. Di questa ignoranza aveva profetato il Cantico dei Cantici, facendo rivolgere dalla sposa la domanda che Maria fece agli angeli: «Avete visto l’amato del mio cuore?», e facendole dire: «Da poco avevo oltrepassate le guardie – gli angeli –, quando trovai l’amato del mio cuore; lo strinsi fortemente a me e non lo lascerò» (3, 3-4).

Publié dans : Bibbia: commenti alla Scrittura |le 13 avril, 2009 |Pas de Commentaires »

Vous pouvez laisser une réponse.

Laisser un commentaire

PUERI CANTORES SACRE' ... |
FIER D'ÊTRE CHRETIEN EN 2010 |
Annonce des évènements à ve... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Vie et Bible
| Free Life
| elmuslima31