« Ecco, io faccio nuove tutte le cose » (Ap 21,5)

dal sito: 

http://www.levangileauquotidien.org/www/main.php?language=FR&localTime=09/08/2008#

San Nicola Cabasilas (circa 1320-1363), teologo greco
Omelia per la natività della Madre di Dio, 16, 18 ; Patrologia orientalis, t. 19

« Ecco, io faccio nuove tutte le cose » (Ap 21,5)

Quando fu giunto il momento per la natura umana di incontrare la natura divina e di esserle unita così intimamente da fare con essa una sola persona, occorreva che ognuna di esse fosse già manifestata nella sua integrità. Per parte sua, Dio si era rivelato nel modo che gli si addiceva; e la Vergine è la sola a mettere la natura umana in piena luce… Sembra proprio che se Dio si è unito alla natura umana soltanto alla fine dei tempi (Gal 4,4) e non fin dall’origine, è perché, prima di questo momento, la natura umana non era ancora pienamente nata, mentre adesso, in Maria, appariva per la prima volta nella sua integrità…

Oggi siamo venuti a celebrare tutto questo con magnificenza. Il giorno della nascita della Vergine è anche quello della nascita del mondo intero, poiché questo giorno ha visto nascere il primo essere pienamente uomo. Ora, ha proprio «dato il suo frutto» (Sal 66,7), «la terra» che da sempre aveva prodotto, con i rovi e le spine, soltanto la corruzione del peccato (Gen 3,18). Ora il cielo sa che non è stato creato invano, poiché l’umanità, in vista della quale è stato costruito, viene alla luce…

Per questo dalla creazione intera sale una lode senza fine alla Beata Vergine, ogni lingua canta la sua gloria con voce unanime, tutti gli uomini e tutti i cori degli angeli non cessano di creare degli inni alla Madre di Dio. Anche noi, la cantiamo e insieme le offriamo la nostra lode…: A te sola, Vergine degna di ogni lode, e al tuo amore per gli uomini, spetta stimare il beneficio della grazia ottenuta, non da noi stessi, bensì dalla tua generosità. Scelta come dono offerto a Dio tra tutta l’umanità, hai adornato di bellezza il resto dell’umanità. Santifica dunque il nostro cuore che ha concepito le parole che rivolgiamo a te, e impedisci al terreno della nostra anima di produrre qualsiasi male, per la grazia e la bontà del tuo Figlio unico, il Signore Dio e nostro Salvatore Gesù Cristo… Amen.

Publié dans : Bibbia: commenti alla Scrittura |le 8 septembre, 2008 |Pas de Commentaires »

Vous pouvez laisser une réponse.

Laisser un commentaire

PUERI CANTORES SACRE' ... |
FIER D'ÊTRE CHRETIEN EN 2010 |
Annonce des évènements à ve... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Vie et Bible
| Free Life
| elmuslima31