« Venite, benedetti del Padre mio »

dal sito:

http://www.levangileauquotidien.org/

Omelia attribuita a Sant’Ippolito di Roma ( ? – circa 235), sacerdote e martire
Trattato sulla fine dei tempi 41-43 ; GCS I, 2, 305-307

« Venite, benedetti del Padre mio »

Venite, voi che avete amato i poveri e i forestieri. Venite, voi che siete rimasti fedeli al mio amore, perché sono l’amore. Venite, voi che avete scelto in sorte la pace, perché sono la pace. « Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il Regno preparato per voi ».

Non avete onorato la ricchezza, ma avete fatto l’elemosina ai poveri. Avete soccorso gli orfani, aiutato le vedove, dato da bere agli assetati e da mangiare agli affamati. Avete ospitato i forestieri, vestito quelli che erano nudi, visitato i malati, riconfortato i carcerati, portato aiuto ai ciechi. Avete mantenuto intatto il sigillo della fede e siete stati pronti a riunirvi nelle chiese. Avete ascoltato le mie Scritture e desiderato udire le mie parole. Avete osservato la mia legge, notte e giorno (Sal 1, 2) e preso parte alle mie sofferenze, come dei soldati coraggiosi, per trovar grazia presso di me, vostro re celeste. « Venite, ricevete in eredità il Regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo ». Ecco il mio Regno è stato preparato e il mio cielo aperto. Ecco, la mia immortalità appare in tutta la sua bellezza.

Publié dans : immagini buon...notte, giorno |le 11 février, 2008 |Pas de Commentaires »

Vous pouvez laisser une réponse.

Laisser un commentaire

PUERI CANTORES SACRE' ... |
FIER D'ÊTRE CHRETIEN EN 2010 |
Annonce des évènements à ve... |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | Vie et Bible
| Free Life
| elmuslima31