Osservare il sabato

Elredo di Rievaulx ( 1110-1167), monaco cistercense inglese
Specchio della carità, III, 3,4

Osservare il sabato

Dapprima, occorre sudare facendo buone opere, per riposarci poi nella pace della coscienza… Questa è la celebrazione gioiosa del primo sabato, quando ci riposiamo dalle opere servili del mondo… e non trasportiamo più i fardelli delle passioni.

Possiamo però lasciare la stanza intima dove abbiamo celebrato questo primo sabato, per raggiungere la dimora del cuore, dove conviene « rallegrarci con quelli che sono nella gioia, piangere con quelli che sono nel pianto » (Rm 12,15), « essere debole con chi è debole, fremere con chi riceve scandalo » (2 Cor 11,29). Lì sentiremo la nostra anima unita a quella di tutti i fratelli con il cemento della carità; non vi siamo più turbati dai pungiglioni della gelosia, bruciati dal fuoco dell’ira, colpiti dalle frecce del sospetto; siamo liberati dai morsi divoratori della tristezza. Se attiriamo tutti gli uomini nel grembo pacificato del nostro spirito, dove tutti sono raccolti, riscaldati da un dolce affetto e dove abbiamo « un cuore solo e un’anima sola » (At 4,32), allora assaporando questa meravigliosa dolcezza, il tumulto delle cupidigie fa subito silenzio, il chiasso delle passioni si placa, e dentro di noi si opera un completo distacco da ogni cosa nociva, un riposo gioioso e calmo nella dolcezza dell’amore fraterno. Nella pace di questo secondo sabato, la carità fraterna non lascia più sussistere alcun vizio… Pervaso dalla dolcezza pacifica di tale sabato, Davide è scoppiato in un canto di giubilo: « Ecco quanto è buono e quanto è soave che i fratelli vivano insieme » (Sal 132,1).

Publié dans : Bibbia: commenti alla Scrittura |le 19 juillet, 2007 |Pas de Commentaires »

Vous pouvez laisser une réponse.

Laisser un commentaire

PUERI CANTORES SACRE' ... |
FIER D'ÊTRE CHRETIEN EN 2010 |
Annonce des évènements à ve... |
Unblog.fr | Annuaire | Signaler un abus | Vie et Bible
| Free Life
| elmuslima31